Gusto Nudo Festival è un progetto colturale nato dalla collaborazione fra Gusto Nudo – Vini di Vignaioli eretici e Pietre Colorate, rivista di vino e di est/etica.

Non solo una fiera vinicola, ma una manifestazione di cultura agricola, per ripensare il rapporto dell’uomo con la terra e la sua coltivazione, il gusto e l’alimentazione, il paesaggio e la relazione con l’altro (pianta, animale o umano che sia).

“We Will Survive” è il concetto alla base della manifestazione. La sopravvivenza che auspichiamo è quella di un modo di intendere i rapporti personali, sociali ed economici fondato sulla collaborazione fra le specie viventi e le culture esistenti, per mantenere e far prosperare un equilibrio che si fondi sul rispetto reciproco.

Il sottosuolo, inteso nella sua accezione agricolo-produttiva e culturale, è la più grande ricchezza a disposizione dell’umanità, perciò il nostro obiettivo è diffondere e far conoscere le produzioni culturali e colturali abbandonate, dimenticate o trascurate perché ritenute poco produttive e redditizie.

Concretamente, Gusto Nudo Festival ospiterà un’intera settimana di eventi sparsi per la città: sette giorni di mostre, conferenze, film, teatro, musica, visite guidate, degustazioni, laboratori.

Oltre i confini ristretti delle manifestazioni di categoria, oltre l’intrattenimento sazio degli eventi eno-culturali, metteremo insieme mestieri, esperienze, saperi diversi accomunati da visioni e ricerche affini, per contribuire a diffondere un’idea di cultura che ricongiunga pensiero e vita, lavoro e creazione, espressione intellettuale e materiale, cura di sé in un mondo che abitiamo ma che non ci appartiene.

Bologna dal 24 Aprile al 1. Maggio 2017 sarà teatro di Gusto Nudo Festival, vi aspettiamo e vi invitiamo a restare in contatto per essere continuamente aggiornati sul programma in definizione.