DAL 24 AL 29 APRILE

H 15.00 > 22.00: Infopoint e bookshop Gusto nudo festival

H 15.00 > 23.00: Enoteca Gusto nudo festival

24 APRILE

H 17.00: Aperitivo d’apertura Gusto nudo festival

Con inaugurazione della mostra “Dall’Estremo Occidente alla Porta d’Oriente. Un viaggio No Tav dalla Val Susa alla laguna di Venezia” con fotografie di Michele Lapini.

Fotografie che raccontano il movimento No Tav, dopo 25 anni di lotta e resistenza in Val di Susa. Immagini che ripercorrono alcuni luoghi simbolo del movimento, dai presidi territoriali alla zona del cantiere fortilizio dell’altà velocità, fino alla laguna di Venezia durante un’azione di protesta insieme al movimento “No Grandi Navi”. Persone, momenti e azioni che costituiscono corpo e cuore del popolo valsusino. Fotografie che hanno accompagnato alcune incursioni di Wu Ming 1 durante la stesura del suo libro “Un viaggio che non promettiamo breve. Venticinque anni di lotte No Tav in Val di Susa”.

H 19.00: Factory open mic

Intervento comico di Renato Tabacchi e Factory (in collaborazione con associazione Contagocce. La Factory di Renato Tabacchi è un collettivo di Stund Up Comedians con base a Bologna che si ispira alle gesta del grande comico e poeta Renato Tabacchi.

H 21.00: Lunaquiches Aerea

Spettacolo di acrobatica e trapezio della compagnia Lunaquiches Aerea, musicato da Luftraum gate.

26 APRILE

H 19.00: Un viaggio che non promettiamo breve

Il reading-concerto, tratto dal libro di Wu Ming 1 “Un viaggio che non promettiamo breve” (Einaudi editore), vede (o meglio, sente) l’autore collaborare con il Bhutan Clan, la resident band del “collettivo di collettivi” Resistenze in Cirenaica. Il reading-concerto è andato in scena per la prima volta, in una versione compact e tiratissima, l’11 novembre 2016 al Vag61 di Bologna. La lotta No Tav in Val di Susa, raccontata con sonorità industrial, noise, metal, ma con strani influssi hillbilly e “hawaiiani”.

27 APRILE

H 21.00: Giorgio Montanini in “Un Uomo Qualunque”

Un uomo qualunque ha come filo conduttore l’ipocrisia umana, quella che ognuno di noi custodisce gelosamente e che ci permette di trovare sempre negli altri l’origine di ogni disagio. Partendo proprio dal tentativo di scardinare l’ipocrisia di fondo, il monologo è un viaggio a tappe su tanti argomenti controversi: suffragio universale, capitalismo, ambientalismo, fede, prostituzione e social network, riletti in una chiave personalissima.

Evento realizzato con la collaborazione di Associazione culturale Contagocce

28 APRILE

H 17.30: Round-gram. Variazioni su un cerchione di bicicletta

Laboratorio gratuito per bambini a cura di Spazio Bradipo

Il tangram è un antico rompicapo cinese derivante dalla scomposizione di un quadrato in sette altre figure geometriche e dalla loro combinazione in innumerevoli forme che rappresentano animali, esseri umani e oggetti stilizzati. Noi vi proponiamo il round-gram, che scompone un cerchione di bicicletta stilizzato e i suoi spicchi in 20 parti con una generosa variante rispetto al gioco originale: se nel tangram vige il vincolo di utilizzare tutte le parti, in questo caso la regola è scombinare e combinare mille volte i pezzi e scegliere di volta in volta quelli necessari per far nascere immagini divertenti e impensate!

Evento a prenotazione obbligatoria (e-mail noemi.bermani@libero.it; sms 347 4784177)

H 21.00: Storie in bottiglia, canzoni di vino e di mare

Da una bottiglia trasportata dal mare riecheggiano aneddoti, piccoli racconti, battute, risate e soprattutto canzoni sui temi del vino e del mare. Recital di Federico Fantuz e Vittorio Carniglia.

H 22.30: dj set by Sor Braciola

30 APRILE

H 9.30: Escursione in bicicletta ai vigneti dei Colli bolognesi

In collaborazione con l’associazione SalvaiCiclisti si andrà pedalando alla scoperta e alla degustazione dei vini dell’azienda agricola Maria Bortolotti a Zola Predosa. Pranzo al ristorante Terracotta in centro a Zola Predosa con primo, acqua, vino e caffè. Nel pomeriggio ritorno a Bologna.

L’intera escursione ha un’estensione di circa 50 chilometri.

Evento a iscrizione obbligatoria (e-mail prenotazioni@gustonudofestival.com). Costo di 20 euro compresivi di tessera dell’associazione SalvaiCiclisti, degustazione dei vini e pranzo.